Recentemente sono stato contattato dalla Sleeklens, un’azienda danese che commercializza Preset ed Azioni per Lightroom e Photoshop. Motivo della mail era avere un mio parere su uno dei loro bundle a catalogo.

Premetto che la mia non è una recensione super specifica del prodotto, ma piuttosto un’opinione sincera sull’esperienza di utilizzo di quest’ultimo e senza fini commerciali, visto che non c’è alcun rapporto di sponsorizzazione con l’azienda.

Il mio workflow nella fotografia outdoor è abbastanza consolidato e parte regolarmente dalla finestra di sviluppo di Lightroom. A volte la fase di post produzione si conclude qui, altre volte proseguo per ulteriori operazioni all’interno di Photoshop, tutto dipende dal tipo di immagine sulla quale sto lavorando.

Considerando la fase di sviluppo uno step cruciale per impostare delle buone fondamenta per un eventuale successivo processing, ho scelto di provare il pacchetto di preset per Lightroom “Through the Woods”, un bundle realizzato con un occhio di riguardo verso la fotografia di paesaggio.

elenco_presets_sleeklens

Una volta installati i files, la collezione si presenta nel seguente modo:

  • 12 presets All in One che non sono altro che una serie di look “just one click” già impostati
  • 14 presets Base che agiscono esclusivamente sul pannello Basic del modulo di sviluppo, manipolando la gamma dinamica dell’immagine privilegiando aspetti diversi di volta in volta
  • 6 presets Exposure dedicati all’esposizione globale, ombre ed alte luci
  • 5 presets Color Correct per la riduzione di quattro specifici colori
  • 4 presets Tone/Tint legati ai controlli di Vibrance, Saturazione ed al pannello Split Toning
  • 6 presets Polish che operano sui livelli di contrasto, chiarezza e lo sharpening
  • 6 presets Vignette che come dice la parola stessa impostano diversi livelli di vignettatura post-crop

Oltre a questa serie di presets, sono contenuti nel bundle anche una serie cospicua di pennelli personalizzati che servono per agire in maniera creativa in zone specifiche dell’immagine. Evito di elencarteli tutti ma cercherò di segnalarti nelle immagini che seguono, quali pennelli ho utilizzato durante la fase di editing.

elenco_pennelli_sleeklens

Raggiungere un workflow ottimizzato, significa aver acquisito una certa confidenza con tutta una serie di automatismi; ogni volta che si vanno ad inserire “percorsi e gestualità” nuovi, in qualche modo si destabilizza quella fluidità nel modus operandi.

Per una valutazione incondizionata del bundle ho ritenuto importante mantenere un certo distacco iniziale con i miei presets e pennelli personalizzati, per avere così un’idea più veritiera se un prodotto come quello fornito dalla Sleeklens può aggiungere qualcosa in più al mio attuale workflow, individuarne i punti forti ed eventuali aspetti migliorabili.

Il mio test è stato molto semplice, ho processato le medesime immagini prima con i miei strumenti abituali e successivamente utilizzando unicamente il pacchetto “Through the Woods”, tenendo d’occhio il risultato finale raggiunto ed il tempo impiegato. In linea generale non più di un paio di minuti per foto. Di seguito ho affiancato la versione RAW e la versione editata con i preset della Sleeklens.

Le prime impressioni nell’utilizzo sono buone, alcuni preset sono stati impostati veramente bene e con un intervento sensato per l’utilizzo per il quale sono stati concepiti. L’immagine qui sopra è stata processata utilizzando i seguenti preset nell’ordine:

All in One – Shine Into the Sunset, Polish – Add Contrast, Color Correct – Reduce Yellow, Vignette – Subtle Black

Successivamente ho applicato un filtro graduato col preset Light – Darken per scurire il cielo, ed un secondo filtro graduato con preset Effects – Cloudy Sky Definition per aumentare la separazione cielo/nuvole. Per concludere un paio di leggeri tweaks sul bilanciamento del bianco e vibrance globale.

Per la chiesetta nera di Búðir, invece, ho utilizzato uno dei preset B&W, e che a mio gusto personale ritengo tra i più belli dell’intera collection. Anche qui ti ripropongo il veloce workflow applicato all’immagine:

All in One – Pressed In Time, Polish – Add Contrast, Vignette – Medium Black

Come modifiche localizzate, ho usato un filtro graduato col preset Light – Darken per rendere più drammatico il cielo, ed un pennello con applicato il preset Light – Brighten per rendere più dinamico il contrasto tra l’erba ed il muretto.

Per il verdissimo villaggio di Skógar ho adottato i seguenti preset:

Base – Extending DR – Crispy and Sharp, Color Correct – Reduce Yellow, Vignette – Subtle Black

Come regolazioni localizzate ho applicato un filtro graduato Effects – Cloudy Sky Definition per il cielo ed un pennello Light – Darken per il sentiero in primo piano.

La cosa interessante di questi presets, è che lavorano in stack. Sono stati infatti creati per agire su aree diverse della finestra di sviluppo. L’effetto finale sarà quindi la sommatoria dei vari preset applicati all’immagine.

Tirando un po’ le fila del discorso, durante il primo approccio ero partito un po’ scettico e prevenuto sull’effettiva praticità di questo bundle. In realtà l’esperienza di utilizzo è stata assolutamente piacevole. Ci sono alcune particolarità che si potrebbero affinare sia per quanto concerne i preset generali, sia per i preset delle regolazioni locali.

Se penso ad un appassionato che non ha ancora ben sviluppato un processing chiaro e bilanciato, un pacchetto di questo genere può rivelarsi indubbiamente un aiuto importante.

Cosa mi piace

  • la nomenclatura chiara dei vari presets
  • la logica dello stack
  • la scelta di programmazione per il gruppo “Base”
  • il preset B&W Pressed in Time è bellissimo
  • varietà di preset nelle regolazioni locali

Cosa può essere migliorato

  • alcuni dei preset All in One soffrono un po’ in termini di risultato sulle foto di paesaggio
  • il preset Exposure – Less Highlights interagisce troppo con il contrasto globale dell’immagine
  • per qualche preset mi piacerebbe avere un paio di scelte in quanto ad intensità della correzione
  • manca qualche preset che faccia uso del modulo Tone Curve

 

Il bundle “Through the Woods” utilizzato in questo articolo lo trovi al seguente LINK.

Il link seguente, invece, per vedere l’intera collana di presets a catalogo: LIGHTROOM PRESETS

Subscribe My Newsletter

If you're interested in stay up to date on my latest articles, courses and workshops, please join my newsletter!
First Name
Email address

Leave A

Comment

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz